Menu
menu

I profondi amori e i profondi odi che nell’infanzia abbiamo nutrito verso i nostri genitori, gli arcaici desideri di possesso, di appartenenza, di violenza e di morte che hanno animato di inquietanti fantasmi quell’epoca remota e apparentemente dimenticata della nostra esistenza, sopravvivono in noi per tutta la vita; e sono pronti a insidiare e minacciare ogni notte le solide abitudini acquisite con l’adattamento e il paziente esercizio della ragione; a sconvolgere e mettere in scacco le solide e confortanti certezze della morale comune.

L’interpretazione dei sogni, Sigmund Freud