Menu
menu

CARNEVALE // Francesco Vignozzi

Il Carnevale di Viareggio è uno dei più importanti e apprezzati a livello internazionale a cui partecipano ogni anno migliaia di persone.

Viareggio è una città in gravi difficoltà economiche. Le amministrazioni comunali che si sono succedute negli ultimi 20 anni hanno creato un enorme debito utilizzando i soldi pubblici in maniera folle. Sono state create società per la conduzione dei servizi e del patrimonio cittadino che, per mala gestione, hanno accumulato con il comune decine di milioni di euro di debiti creando un gravissimo dissesto economico. In città la situazione è molto difficile: non ci sono i soldi per la manutenzione del patrimonio edilizio, delle scuole, degli asili, dei teatri e dei monumenti. Le associazioni culturali fanno il possibile per tamponare l’emergenza sociale. Nonostante tutto questo e con un finanziamento di 1,2 milioni di euro della regione Toscana, anche quest’anno si è potuto svolgere il carnevale. Anche quest’anno le persone si sono messe una maschera e sono scese in strada per sfilare e per provare, almeno per quelle poche ore, a sembrare felici.

The Carnival of Viareggio is one of the most important and appreciated internationally and is visited every year by thousands people.

Viareggio is a city in serious economic difficulties. The municipalities that have occurred in the last 20 years have created a huge debt using public money foolishly. Companies have been created for the conduct of the services and the city’s heritage that, for mismanagement, have accumulated with the common tens of millions of Euros in debt creating mo with a very severe economic disruption. In cities the situation is very difficult: there is no money for the maintenance of heritage buildings, schools, kindergartens, theaters and monuments. Cultural associations endeavor to buffer the social emergency. Despite all this, and with a grant of 1.2 million euro of the Tuscany region, this year has been able to play the carnival. Also this year people are put on a mask and took to the streets to march and to try, at least for those few hours, to seem happy.