Menu
menu

Nasce a Empoli, il 14 aprile 1974. Nel gennaio del 2009 partecipa al suo primo corso di fotografia. In seguito continuerà la sua preparazione da autodidatta, suddividendola in: pratica, editing e lettura fotografica. Rimane molto impressionato dai grandi fotografi del ‘900, dalla fotografia in bianco e nero, dalle virtù compositive e dalla poetica e tristezza della condizione umana. La fotografia per lui è una continua sorpresa ed è per questo che continua la sua lettura e il suo studio con rigore e dedizione.

Non ha mai trovato per essa una definizione più bella di questa:

La fotografia è una piccola voce, al massimo, ma a volte – solo a volte – un fotografo o un gruppo di fotografi riesce a risvegliare i nostri sensi alla consapevolezza… Alcuni, o forse molti di noi, possono essere influenzati ad ascoltare la ragione, a trovare il modo di raddrizzare quello che è storto… Il resto di noi proverà un maggior senso di comprensione per le vite di coloro che ci sono estranei… La fotografia è una piccola voce…E’ una voce importante nella mia vita, ma non l’unica. Credo in lei.

W. Eugene Smith (Wichita, Kansas 30 dicembre, 1918 – Tucson, Arizona 15 ottobre, 1978)

E mai continuerà a trovarla.

Ritiene le biografie pressoché inutili. Da tempo imprecisato scrive brevi racconti e poesie senza pretese.